Secondo i dati di Doxa Digital, nel 2012 i web-shopper italiani hanno raggiunto i 12 milioni, circa il 40% degli utenti web del nostro paese.

Una delle grandi possibilità offerte da Pinterest è quella di pubblicizzare i prodotti in modo diverso rispetto a come farebbe il sito web di ecommerce.
Facendo leva sulle emozioni e sugli interessi del pubblico.
Perciò, questo social network rappresenta un’opportunità per chi intende  commercializzare i propri prodotti.

Qualche esempio?
La case history USA di Delicious Karma: un mercato online per i gourmet di cibo artigianale, fatta su misura per Pinterest . Il sito è tappezzato di immagini di alta qualità di formaggi  difficili da trovare, tartufi e cioccolatini tutte ” pinnabili”.
Un luogo in cui i consumatori possono venire a scoprire, conoscere e condividere con altre persone che amano il cibo artigianale.

I clienti di Karma Delicious possono utilizzare Pinterest  per aggiungere ai preferiti i potenziali acquisti.  Ogni elemento è ricco di informazioni dettagliate circa gli ingredienti , e chi li ha preparati.
Il team di Karma Delicoius è composto da sole quattro persone: non servono grandi risorse, ma buone descrizioni dei prodotti, evidenziandone maggiormente i benefici rispetto alle caratteristiche, sfruttando il fatto che le descrizione possono essere lunghe fino a 500 caratteri.

Pinterest è un ottimo strumento per incrementare il traffico web ad un sito di ecommerce, e aumentarne le vendite.

Secondo Huffington Post, i profili socio demografici degli utenti Pinterest in USA mette in evidenza che l’ 80% degli utenti di Pinterest sono donne , mentre il 50 % di tutti gli utenti di Pinterest ha figli. E che il 69% dei consumatori online che visitano Pinterest ha trovato un prodotto che intendeva acquistare,  rispetto al 40% degli utenti di Facebook.

Per quanto in Italia sia ancora poco diffuso, la base utenti di Pinterest è in crescita, e per questo motivo è un canale da presidiare, sfruttando tutte le potenzialità offerte dal social shopping.